Regolamento dell'archivio della FEF

Norme per la consultazione per motivi di studio del materiale conservato dalla Fondazione Ezio Franceschini

1. Accesso agli archivi della Fondazione. 

L’accesso al materiale è possibile solo dopo il parere favorevole del Comitato dei Garanti della Fondazione, secondo quando stabilito dallo Statuto, in ragione della possibile riservatezza di alcuni documenti, nei limiti stabiliti dalle norme vigenti. 

Gli studiosi dovranno in ogni caso compilare integralmente la scheda per la richiesta di consultazione, disponibile presso gli archivi della Fondazione. Essa dovrà essere firmata dal Direttore per l’approvazione o da un suo delegato. 

L’autorizzazione alla consultazione prevede una lettera di mallevadoria del docente per studenti, laureandi e dottorandi. 


2. Norme per eventuali pubblicazioni. 

L’autorizzazione alla pubblicazione del materiale consultato, per le medesime ragioni di riservatezza di cui sopra, è sempre e totalmente subordinata ad espresso parere favorevole scritto da parte del Comitato dei Garanti della Fondazione ed al successivo assenso del Consiglio di Amministrazione. 

Per ottenere l’autorizzazione alla pubblicazione è necessario fornire un progetto della ricerca, sottoscritto dal responsabile scientifico. 

Quando sia possibile, la pubblicazione dei documenti è curata dalla Fondazione stessa, che dedica una propria collana a questo scopo. 

Gli studiosi si impegnano a consegnare alla Fondazione copia delle proprie pubblicazioni che utilizzano o citano documenti degli archivi conservati dalla Fondazione stessa. 


3. Orario 

La consultazione avviene tramite appuntamento, negli orari di apertura al pubblico. 


4. Regole per lo studio 

I documenti devono essere restituiti nell’esatto ordine nel quale sono stati consegnati. 

È vietato l’uso di penne a inchiostro liquido o pennarelli indelebili. 

È vietato apporre sulle carte segni o numerazioni. 

Non potrà essere consultato più di un fascicolo o di un quaderno per volta; nel caso di lettere non potranno esserne consegnate più di dieci. 


5. Materiale ammesso alla consultazione. 

La consultazione è limitata al materiale inventariato, a meno che non si sia ottenuta un’autorizzazione da parte del Comitato dei Garanti della Fondazione e successivamente dal Consiglio di Amministrazione. Nel caso di consultazione di materiale inventariato la Direzione della Fondazione avrà cura di precisare particolari condizioni di consultazione. 

La Fondazione può escludere dalla consultazione i documenti il cui stato di conservazione renda necessario tale provvedimento. 

Se il materiale della Fondazione è edito presso editore esterno alla stessa, la Fondazione si riserva di dare l’assenso alla pubblicazione in presenza di diritti d’autore. 


6. Fotoriproduzioni. 

Non si eseguono fotocopie del materiale di archivio, manoscritto o dattiloscritto, né del materiale a stampa se chiosato a mano. 

È eventualmente possibile ottenere la riproduzione digitale, con l’autorizzazione del Comitato dei Garanti e/o del Consiglio di Amministrazione. 

Il materiale documentario non può essere consultato fuori dalla sua sede. 


7. Norme generali 

I dati personali degli studiosi saranno trattati nel rispetto delle norme vigenti. 

Eventuali comportamenti che mettano in pericolo l’integrità del materiale documentario comportano l’immediata esclusione dalla consultazione. 

Informazioni aggiuntive